Accedi al sito
Serve aiuto?

News

Arriva la Posta Elettronica Certificata « Indietro

Il decreto anticrisi (Decreto Legge 185/2008 convertito nella legge 2/2009), reca tra l’altro disposizioni per i professionisti iscritti ai rispettivi albi professionali che entro un anno dall’entrata in vigore del citato decreto, e cioè entro la data del 29 novembre 2009, gli stessi devono comunicare ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata (in sigla P.E.C.). Successivamente, tutti gli ordini e i collegi professionali pubblicano in un elenco consultabile in via telematica i dati identificativi degli iscritti con il relativo indirizzo di posta elettronica certificata.

La Posta Elettronica Certificata è un sistema di posta elettronica che assicura la garanzia del ricevimento del messaggio da parte del destinatario, nonché l’integrità del messaggio stesso. Secondo la normativa italiana, l'invio di una e-mail certificata è equiparato a tutti gli effetti normativi alla spedizione di una raccomandata cartacea con avviso di ricevimento. Ai fini della legge, il messaggio si considera consegnato al destinatario quando è accessibile nella sua casella di posta. Il meccanismo consiste nel fatto che il gestore di posta elettronica certificata, nel momento in cui prende a carico l'e mail del mittente, invia ad esso una ricevuta di accettazione, che certifica l'avvenuto invio. Nel momento invece in cui il gestore deposita il messaggio nella casella del destinatario, invia al mittente una ricevuta di consegna che certifica l'avvenuta ricezione. Sia la ricevuta di accettazione che la ricevuta di consegna sono in formato elettronico, e ad esse è apposta la firma digitale del gestore. I gestori di posta elettronica certificata sono soggetti privati che devono possedere una pluralità di requisiti stabiliti dalla legge (devono, per esempio, possedere gli stessi requisiti di onorabilità previsti per l'attività bancaria, e avere un capitale sociale non inferiore a 1 milione di euro), e possono operare solo se sono autorizzati dal CNIPA, il Centro Nazionale per l'Informatica nelle Pubbliche Amministrazioni. e l'Amministrazione che lo ha rilasciato.

Il nostro studio si sta attrezzando in tal senso e a breve comunicherà il proprio indirizzo di posta elettronica certificata.